Usa i soldi del PNRR per innovare la tua Impresa – Bandi Regione Lombardia e Nazionali

222,1 miliardi: l'ultima occasione per cambiare rotta verso la transizione ecologica e digitale con i bandi.

Tutti i maggiori problemi del secolo sono chiamati in causa per essere risolti.
Ognuno di noi deve mettere in discussione le proprie abitudini per contribuire alla causa comune: rimediare ai danni causati da noi stessi.

In arrivo un perturbazione economica nazionale. Guarda il video:

Sei a un bivio in cui la strada giusta da prendere è una sola.

Da un lato c’è il classico “non muovere un dito” e restare nella tua comfort zone.
Facile, ma pericoloso (chiuderesti bottega nel giro di 5 anni).

Dall’altro, una serie di rivoluzioni da attuare che ti ripagherebbero in guadagni e soddisfazioni.

A supporto dei grandi cambiamenti in vista, sull’Italia, a breve, pioveranno ben 222,1 miliardi di euro.
191,5 miliardi fanno capo al PNRR e i restanti 30.622,46 milioni sono parte del Piano Nazionale per Interventi Complementari.

PNRR sta per Piano Nazionale Ripresa e Resilienza. Un documento che il nostro governo ha presentato alla Commissione di Bruxelles, che spiega come i fondi europei in arrivo dal Next Generation EU saranno utilizzati.

Il PNRR si è posto 6 Missioni:

⦁ Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo;
⦁ Rivoluzione verde e transizione ecologica;
⦁ Infrastrutture per una mobilità sostenibile;
⦁ Istruzione e ricerca;
⦁ Coesione e inclusione;
⦁ Salute. 

Dei 191,5 miliardi, 68,9 sono stati stanziati per distribuire sovvenzioni a fondo perduto e gli altri 122,6 verranno impiegati come finanziamenti a tasso agevolato.

Grafico soldi PNRR per innovare la tua Impresa - Bandi Regione Lombardia e Nazionali

A cosa servono i soldi del PNRR?

L’intento del Piano è sostenere le imprese durante l’attuazione di cambiamenti radicali, per un pianeta capace di accogliere (sotto ogni punto di vista) il genere umano ancora a lungo.

Un progetto tanto ambizioso quanto indispensabile che coinvolge un quarto delle riforme in programma.
I progetti e gli investimenti dovranno concludersi entro il 2026.

Gran parte del budget del PNRR è dedicato alla transizione ecologica, seguita da digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo.

Il capitale destinato al nostro Paese è così ripartito:

⦁ Il 18,7% per finanziamenti e agevolazioni per le imprese;
⦁ il 32,6% per lavori di costruzione e opere di edilizia civile;
⦁ il 2,4% alla riduzione delle imposte datoriali a favore delle imprese.

Le PMI devono sfruttare questa occasione per prepararsi al mercato del futuro.

Sono finanziati:

  • digitalizzazione e transizione green dei processi di produzione
  • acquisto di beni 4.0
  • formazione digitale per il personale aziendale
  • formazione per i lavoratori in cassa integrazione
  • ricerca e innovazione
  • consulenze da parte di esperti di internazionalizzazione

Allo stato attuale, è urgente una presa di coscienza da parte di tutti i titolari di Piccole e Medie Imprese.

Senza adottare misure innovative che spianino la strada al panorama del futuro, non c’è speranza.
La competizione è alta, le alternative per i tuoi clienti sono innumerevoli.

Inoltre, non si può più rimandare la questione ambientale.
La sostenibilità è un fattore valorizzante per le imprese odierne. I consumatori sono sempre più attenti a tale aspetto e prediligono le proposte delle aziende che seguono un modello sostenibile.

Se ti stai chiedendo se puoi accedere alle risorse del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza la risposta è affermativa, a patto che tu abbia un progetto.

Vuoi un progetto personalizzato per innovare la tua PMI?
Ti assistiamo durante il percorso di transizione. Ci sono bandi aperti che aspettano il tuo progetto.
CONTATTACI