Come l’eCommerce sta modificando le abitudini di acquisto

Lo sviluppo irrefrenabile dell’eCommerce sta determinando un cambiamento nei modelli di mercato e nelle abitudini di acquisto in tutto il mondo.

In occasione della 19° edizione dell’Osservatorio eCommerce B2c, tenutosi lo scorso 15 ottobre 2018 al Politecnico di Milano, si sono potuti stimare i numeri del mercato eCommerce in Italia e nel mondo.

La crescita dell’eCommerce

A livello mondiale l’eCommerce, il cui valore arriva ai 2.500 miliardi di euro, domina in Cina dove rappresenta l’85% del totale, a cui fanno seguito USA ed Europa.

Nel nostro Paese, rispetto al 2017, si registra il tasso di crescita del mercato eCommerce più alto d’Europa (+16%) anche se la classifica della penetrazione è guidata dalla Gran Bretagna (19,3%).

La crescita degli eShopper

Inarrestabile è la crescita degli eShopper, i compratori sul web, che nel 2018 sono 1.919 milioni e si presume diventeranno 2.522 milioni nel 2022.

In Italia i compratori online sono 23,5 milioni di cui ben 17,8 milioni sono acquirenti abituali.

I settori che attirano maggiormente l’interesse degli eShopper sono

  • l’Elettronica che vale 4,6 miliardi di euro (+18%) e
  • l’Abbigliamento che vale 3 miliardi di euro (+20%).

Mutazione dei modelli e delle abitudini di acquisto

L’aumento delle vendite online ha portato inevitabilmente a un cambiamento epocale delle abitudini di acquisto e questa modifica sta determinando, soprattutto negli Usa, il declino inesorabile dei centri commercialisecondo gli analisti entro il 2022 un centro commerciale su quattro chiuderà in America.

Solamente nei primi mesi del 2018 più di 8600 i negozi al dettaglio hanno chiuso e si tratta di punti vendita situati in alcuni dei mall più prestigiosi come Macy’s, Kmart, JCPenney e Sears.

L’eCommerce e la fine dei centri commerciali

Dal 2002 i mall – centri commerciali americani hanno perso 448 mila posti di lavoro, registrando un calo del 25%.

Ciò è dovuto non solo per l’aumento dell’eCommerce, ma anche per un cambiamento culturale che spinge i nuovi consumatori, la generazione dei Millennials, ad essere più esigente.
I giovani americani vedono i centri commerciali come posti antiquati, ormai superati, e quindi evitano di frequentarli (anche noi 🙂 ).

Per tale ragione i centri commerciali ancora aperti negli Stati Uniti, per far fronte al rischio chiusura, stanno cercando di convertirsi puntando ai beni di lusso o si stanno trasformando in Food Hall, grandi spazi di design in cui si può acquistare cibo di qualità, consumare pasti mordi e fuggi ma anche effettuare degustazioni o fare vere proprie cene tradizionali all’interno di piccoli ristoranti.

Contatta easyIT per la Digitalizzazione della tua Impresa | easyIT - Progetti. Processi. Prodotti. Digitali
Fai evolvere la tua Azienda!
Entra in contatto con il team di Millennials e Ingegneri.
CONTATTI